Roma Sotterranea

underground_rome_tours

Sotto il suolo di Roma si nasconde un’altra città fatta di aree sepolcrali antiche, domus e terme romane non sempre di facile accesso. LeCatacomberistiane sono probabilmente l’esempio più conosciuto di questa realtà sotterranea. Le loro gallerie, a volte sovrapposte su più piani, si estendono per chilometri sotto il suolo di Roma; In alcune di esse sono visibili affreschi rappresentanti le immagini ispirate all’Antico e Nuovo Testamento e i simboli ricorrenti dei primi cristiani come l’ancora, il pesce, la navicella.

Dalla visita alle Catacombe si può procedere alla chiesa di S. Clemente , edificio unico nel suo genere, dove ogni livello corrisponde a un’epoca diversa. Come in un viaggio indietro nel tempo si passa dalla chiesa del XII secolo ricca di mosaici alla chiesa inferiore del IV secolo, per poi concludere a circa 18 metri sotto il livello stradale in un’insula romana del I secolo dove si conserva intatto un tempio dedicato al culto misterico del dio Mitra.

Durata del percorso: quattro ore

Le quattro Basiliche

4_major_basilicas_tours

Poste in aree molto distanti tra loro, le basiliche patriarcali sono le chiese più antiche di Roma risalenti tra il IV e il V secolo. Tutte e quattro le basiliche furono inserite nell’itinerario devozionale dei pellegrini duranti i giubilei, infatti, in ognuna di queste è presente la porta Santa, aperta ogni venticinque anni. Le prime due basiliche, S. Pietro e S. Paolo fuori le mura furono costruite sotto l’imperatore Costantino dopo l’editto di tolleranza del 313 e conservano le tombe degli apostoli Pietro e Paolo. Il loro aspetto attuale è il risultato di una ricostruzione radicale avvenuta per S. Pietro tra il 1506 e il 1513, e per S. Paolo dopo il 1823 in conseguenza del disastroso incendio che la distrusse. Le altre due basiliche, S. Maria Maggiore e S. Giovanni in Laterano conservano, la prima, splendidi mosaici paleocristiani, e la seconda un chiostro che è anche un piccolo museo. Poco distante da S. Giovanni si trova la Scala Santa, presunta reliquia dei gradini saliti da Cristo nel palazzo di Ponzio Pilato a Gerusalemme, e il Sancta Sanctorum, ricco di mosaici e affreschi, definito la “ Cappella Sistina del Medioevo”.

Durata del percorso: cinque ore.

Musei Vaticani e Basilica di S. Pietro

vatican_toursLa Città del Vaticano è uno stato indipendente dal 1929 e quello che rende unico questo piccolissimo paese è il suo millenario governo teocratico e gli immensi tesori d’arte conservati nei Musei Vaticani, una volta residenza privata dei papi. Visitare i Musei Vaticani è un’esperienza che può creare anche disorientamento per la quantità di opere di statuaria antica e di altri oggetti d’arte come arazzi, dipinti, affreschi e mosaici esposti nelle ventisette sezioni dei Musei. Il nucleo più antico dei Musei è costituito dall’appartamento di papa Giulio II, meglio conosciuto con il nome di Stanze di Raffaello, e la Cappella Sistina, capolavoro di Michelangelo pittore.

Gli spazi che collegano le sezioni dei Musei, costituiti da corridoi fastosamente affrescati, rappresentano al meglio la concezione della Chiesa temporale, in modo vertiginoso si affastellano capolavori di arte romana collezionati duranti i secoli passati. La visita si conclude nella Basilica di S. Pietro, interminabile costruzione, dalle proporzioni grandiose, tra i monumenti funebri dei papi del passato è visibile la Pietà di Michelangelo, sua opera in scultura del primo soggiorno romano.

Durata della visita: ore tre ore e mezza con prenotazione.

SHARE